Beni confiscati alla mafia a Cattolica Eraclea, l’opposizione al sindaco: “Riutilizzarli per creare lavoro”

Beni confiscati alla mafia a Cattolica Eraclea, interrogazione del capogruppo della minoranza consiliare, Giuseppe Giuffrida, al sindaco Santino Borsellino. L’opposizione chiede di sapere “la descrizione e la localizzazione dei beni confiscati a Cattolica Eraclea e se, come previsto dalla legge, sia già avvenuta la loro assegnazione, in caso affermativo a quali associazioni sono stati affidati. Nel caso in cui i beni non siano stati affidati si invita a provvedere; tali assegnazioni possono creare nuova occupazione”. Nell’interrogazione consiliare il capogruppo dell’opposizione chiede inoltre al primo cittadino di sapere “per quale motivo non ha chiesto al presidente del consiglio comunale la convocazione urgente del consiglio in seguito al recente atto intimidatorio ai danni di un bene confiscato alla mafia”. Pon Legalità in Sicilia, finanziamenti ai Comuni per recupero dei beni confiscati alla mafia