Sciacca, altri due cani uccisi con il veleno in contrada Muciare

Sono morti per avvelenamento anche gli ultimi due cani le cui carcasse sono state rinvenute in contrada Muciare, a Sciacca, a poca distanza dalla zona dove, poche settimane prima, erano stati rinvenute le carcasse di altri 27 cani. Lo hanno stabilito – come riporta il Giornale di Sicilia oggi in edicola – gli accertamenti dell’Istituto Zooprofilattico di Palermo, ma non c’è ancora conferma sul tipo di veleno impiegato. La documentazione completa è attesa dalla Procura di Sciacca. L’indagine rappresenta un nuovo filone in aggiunta a quello per stabilire chi ha avvelenato i 27 cani nell’area di contrada Muciare che è stata posta sotto sequestro. Una delle due carcasse rinvenute era in avanzato stato di decomposizione e potrebbe trattarsi di un cane avvelenato dalle esche che hanno sterminato gli altri e che contenevano un antiparassitario altamente tossico.