Esposto di Maremico contro anticrittogamici durante fioritura agrumi, soprattutto a Cattolica e Ribera

“Mareamico, a seguito del grido di allarme lanciato da diverse associazioni apistiche, in merito all’utilizzo di anticrittogamici durante la fioritura, ha presentato un dettagliato esposto al NOE dei Carabinieri, all’ASP di Agrigento e all’ARPA regionale. Questi trattamenti sistemici utilizzati da molti agricoltori irresponsabili, entrano nel circolo linfatico della pianta; gli insetti nutrendosi del nettare, del polline ed dell’acqua contaminata, vanno a compromettere non solo la vita degli insetti stessi ma anche la salubrità dei prodotti che si ottengono dalla loro secrezione (miele, polline, pappa reale, propoli, etc etc). Negli ultimi anni questi gravi fatti sono stati registrati spesso nel mese di aprile durante la fioritura degli agrumi, soprattutto nella zona di Ribera e di Cattolica Eraclea. La morte delle api, l’inquinamento del suolo, la contaminazione delle falde acquifere, la presenza di insetticidi nei fiumi Verdura, Magazzolo, Platani e nel prospiciente mare, rappresenta un vero e proprio disastro ambientale”. Lo scrive in una nota il responsabile di Mareamico Agrigento Claudio Lombardo.