Processo Stato-mafia, Csm: non replicheremo a Di Matteo

“Non c’è nessuna volontà di replicare a Di Matteo”. E’ quanto filtra dal Csm, a proposito della critica rivolta ieri dal pm del processo sulla trattativa Stato-mafia all’organo di autogoverno dei giudici.  Non si capisce qual è la critica che muove Di Matteo e a quale tutela mancata si riferisca, spiegano da Palazzo dei Marescialli, dove viene giudicato improprio l’accostamento fatto dal pm tra Csm e Anm. Il Csm, si specifica, non interviene per sostenere una parte del processo. E può intervenire solo nei casi previsti dalla legge.  Come riporta l’Ansa, probabile che la questione, vista la sua delicatezza, sia stata oggetto di un confronto tra il vicepresidente del Csm e il capo dello Stato, che è presidente dell’organo di autogoverno dei giudici.