Ersu Sicilia, Catanzaro (Pd): “600 mila euro in più grazie a mio emendamento contro tagli”

“Con l’approvazione della finanziaria è stato accolto il mio emendamento, sottoscritto da tutto il mio gruppo parlamentare, contro i tagli agli Enti Regionali per il diritto allo Studio Universitario”. È quanto annuncia il deputato regionale del PD, Michele Catanzaro, il cui emendamento ha preso le mosse dopo che il governo regionale aveva disposto un taglio delle risorse in favore del diritto all’istruzione universitaria superiore a 2 milioni per il 2018 e a 3 milioni per gli anni successivi. “Tuttavia – conclude Catanzaro – mi ritengo soddisfatto solo in parte dato che la nostra richiesta prevedeva il ripristino totale del capitolo relativo al contributo per il funzionamento degli ERSU. Il governo non può risparmiare su questioni così rilevanti. Meno male che siamo riusciti a limitare i danni ottenendo 600 mila euro in più per il 2018”.

Non c’è stato solo l’emendamento a favore degli ERSU tra quelli firmati da Michele Catanzaro e approvati dall’aula. Tra questi: iniziative per il reddito d’inclusione per i redditi più bassi, l’istituzione del Fondo regionale per le politiche giovanili, bonus per l’occupazione per lavoratori e sostegni per le imprese, consulta regionale permanente della disabilità, trasferimento ai Comuni riconosciuti “Bandiera Blu e Bandiera Verde”, l’istituzione del Fondo prevenzione e gestione dei rischi geologici, contributo di 100 mila euro per Sambuca di Sicilia, istituzione del reddito di libertà per donne vittime di violenza, . “Pur da un ruolo di opposizione – dichiara oggi Catanzaro – sono riuscito, grazie al sostegno del mio gruppo parlamentare e, naturalmente, a quello di altri gruppi che hanno dato la propria convergenza, a fornire qualche risposta a pochi mesi dal mio insediamento”.