Sicilia, ecco il piano del lavoro che apre le porte a 17mila persone

Il Centro per l’impiego di Palermo inizierà oggi a convocare i disoccupati che hanno fatto richiesta di accedere al contratto di ricollocazione e altrettanto faranno nei prossimi giorni le strutture analoghe nel resto della Sicilia. E sempre oggi in tutti i Comuni scatta il termine per presentare la domanda per ottenere un contratto trimestrale nei cosiddetti cantieri di lavoro e nei cantieri di servizio. Si sblocca ufficialmente così – come riporta il Giornale di Sicilia oggi in edicola – il maxi piano per il lavoro che mette sul piatto 85 milioni subito e altri 20 entro l’estate. Un piano che arriva al traguardo dopo ritardi che in alcuni casi hanno toccato i 4 anni e che permetterà di dare un impiego, anche se per lo più a termine, a circa 17 mila persone. Le misure di più immediata attuazione sono i cantieri di lavoro e quelli di servizio. Da oggi ogni disoccupato interessato a questi contratti trimestrali può presentare la domanda. Si tratta di appalti per piccole opere pubbliche e di arredo urbano che ogni Comune porta avanti grazie a un maxi-finanziamento da 70 milioni garantito dalla Regione ed erogato dall’assessorato al Lavoro guidato da Mariella Ippolito. Lo stanziamento, per la verità, risale al 2016 e fino a ora era rimasto nei cassetti. Ma il dipartimento Lavoro, diretto da Francesca Garoffolo, ha recuperato i ritardi.