Mafia, beni confiscati nell’Agrigentino: conferenza servizi in prefettura per riutilizzo a fini sociali

Acquisire manifestazioni di interesse peri beni immobili confiscati in via definitiva sul territorio della provincia di Agrigento. Con questo obiettivo si terrà domani alla Prefettura di Agrigento una conferenza di servizi provinciale indetta dall’Agenzia nazionale per l’amministrazione e la destinazione dei beni sequestrati e confiscati alla criminalità organizzata (Anbsc). Sono complessivamente 363 i beni interessati. In sede di conferenza saranno raccolte le determinazioni assunte dalle amministrazioni comunali sui beni confiscati.

Durante l’incontro si parlerà anche delle recenti modifiche apportate al Codice antimafia che hanno attribuito alle prefetture un ruolo sempre più strategico nell’attività di prevenzione e contrasto alla mafia, prevedendo un ampliamento delle competenze dei “nuclei di supporto” ai comuni e un ruolo più incisivo nelle attività di collaborazione con l’Agenzia Nazionale per i beni sequestrati e confiscati.