Beni confiscati alla mafia, il comune di Agrigento ne vuole 20 per fronteggiare emergenza abitativa

Appartamenti, magazzini e terreni. Sono complessivamente 20 – fra via Venezuela, via Leonardo Sciascia e località Angeli – gli immobili per i quali il Comune di Agrigento ha manifestato interesse. E lo ha fatto con tanto di delibera di giunta municipale che è stata consegnata alla conferenza dei servizi che si è tenuta, venerdì, in Prefettura. L’agenzia nazionale per l’amministrazione e la destinazione dei beni sequestrati e confiscati alla criminalità organizzata aveva invitato anche il Comune di Agrigento, così come tutti gli altri, a manifestare interesse. Come riporta il Giornale di Sicilia oggi in edicola, sono 31 gli immobili da assegnare che ricadono nel territorio della città dei Templi. Di questi 20 sono appunto – secondo l’amministrazione comunale – suscettibili di utilizzo ai fini sociali o istituzionali. E per questo motivo ne è stata chiesta l’assegnazione.