Girgenti Acque: “Rispettiamo puntualmente quanto sancito dall’Ati su contatori e contratti”

Girgenti Acque S.p.A., recependo con stupore quanto dichiarato dal ‘Comitato civico per l’acqua pubblica di Raffadali’ alla Stampa, precisa che la Società sta effettuando l’installazione dei contatori e procedendo alla richiesta di sottoscrizione del contratto di Somministrazione del Servizio Idrico Integrato, rispettando puntualmente quanto sancito dall’ATI. Si tiene a ribadire che nella nota trasmessa dall’A.T.I. al Gestore, il 23.2.18, è confermato l’obbligo, da parte dell’Utente, di sottoscrivere il Contratto di Somministrazione del Servizio Idrico Integrato, e sono state definite le modalità con cui il Gestore deve fornire agli Utenti il Contratto di Somministrazione del Servizio Idrico Integrato, e le tempistiche entro cui l’Utente deve sottoscriverlo: il Contratto va firmato.

Secondo quanto determinato dall’A.T.I. il Gestore:

– fornisce agli Utenti lo schema del Contratto da sottoporre alla firma, secondo quanto previsto dall’articolo 2.6.1. del Regolamento di Utenza, consegnandolo brevi manu o inviandolo con raccomandata A.R.;

– In caso di mancata sottoscrizione del Contratto di Somministrazione entro i 30 giorni previsti, consegna brevi manu o invia con raccomandata A/R la diffida ad adempiere con termine di 15 giorni;
– In caso di mancata sottoscrizione del Contratto di Somministrazione del Servizio Idrico Integrato, entro i tempi sopra descritti, il Gestore è abilitato ad interrompere la fornitura del servizio.

Così come a conoscenza dell’A.T.I., considerato che la sottoscrizione del Contratto di Somministrazione del Servizio Idrico Integrato è un obbligo dell’Utente, il rifiuto di firmarlo al primo invito con consegna brevi manu, comporta l’aggravio del costo della raccomandata A/R per l’Utente. Girgenti Acque tiene a chiarire, ancora una volta, che la sottoscrizione obbligatoria del Contratto, è scissa dall’attività di installazione dei contatori e di verifica della funzionalità degli stessi, attività che il Gestore ha sempre posto in essere, anche in passato, su richiesta specifica dell’Utente o d’ufficio quando ne rileva i presupposti.