Migranti, due sbarchi fantasma in Sicilia: uno nell’Agrigentino l’altro nel Siracusano

Mentre il governo chiude i porti italiani lasciando in mare rifugiati e richiedenti asilo, riprendono gli sbarchi fantasma di migranti irregolari, prevalentemente tunisini, in Sicilia.

Sbarcati 53 migranti pachistani e afghani sulla spiaggia di Calamosche, a Noto, nel Siracusano, dove sono arrivati 31 uomini, 8 donne e 14 bambini che si trovavano a bordo di un’imbarcazione che dopo aver lasciato a terra i migranti ha ripreso il largo. Come riporta l’Ansa, 53 sono stati intercettati stanotte dalle forze dell’ordine e trasferiti al porto commerciale di Augusta dove sono iniziate le procedure di identificazione.

Nell’Agrigentino, una chiamata al 113 ed una segnalazione che parlava di migranti in giro in contrada Falcone, tra Palma di Montechiaro e Licata. Gli agenti del commissariato di Palma hanno bloccato circa 40 migranti, presumibilmente di nazionalità tunisina. Gli immigrati, come riporta AgrigentoNotizie, hanno raggiunto la costa dopo uno sbarco fantasma. Tra loro, otto minori e diverse donne. Gli agenti dopo averli intercettati e bloccati, hanno trasferito gli immigrati nella tensostruttura di Porto Empedocle. Tra di loro nessun ferito.