Raffadali, strage di cani: trovati avvelenati altri cinque randagi

Cinque cani sono sicuramente morti e di altri non si hanno più tracce. Accade a Raffadali dove ancora una volta il diffuso randagismo deve fare i conti con la mano dell’uomo. Come racconta il Giornale di Sicilia oggi in edicola, quasi certamente infatti, i cani ritrovati morti, sono stati avvelenati, in quanto ritrovati con tracce di bava alla bocca, chiaro segno che lascia pochi dubbi. A lanciare l’allarme sono stati i volontari dell’associazione animalista «L’Itaca di Argo» che hanno denunciato il tragico evento. I cani ritrovati in zona Voltano appartenevano ad un branco costituito da 9 cani, di cui solo pochi si sono salvati. Nessuno ha fatto in tempo a salvare i cani che vagavano nel terreno, mentre altri dispersi non sono stati ancora ritrovati, anche se sono proprio i volontari a temere il peggio. Nel luogo del ritrovamento gli addetti del Comune di Raffadali hanno intanto messo un cartello dove si avvisa della possibile presenza di esche velenose, avvertendo di possibile pericolo per coloro che si recano in quelle zone con i propri animali. Subito dopo il ritrovamento e la denuncia le carcasse sono state portare presso l’istituto zooprofilattico di Palermo per accertare le cause della morte e confermare il possibile avvelenamento.