Mafia: Dia sequestra beni a ristoratore, sarebbe organico al clan dei barcellonesi

Dalle prime ore di questa mattina la Dia di Messina, supportata dal centro operativo di Catania, sta apponendo i sigilli al patrimonio nella disponibilità di un imprenditore della ristorazione ritenuto appartenente alla famiglia mafiosa dei cosiddetti barcellonesi. Il sequestro, che interessa il capitale sociale di imprese, immobili e conti, anche intestati a terze persone, è stato eseguito su disposizione della sezione Misure di prevenzione del tribunale di Messina, su proposta del procuratore della Dda Maurizio De Lucia e del direttore della Dia Giuseppe Governale. Una conferenza stampa è prevista alle 10.30 nella la sede della Dia di Messina alla presenza del procuratore Maurizio De Lucia e dell’aggiunto Vito Di Giorgio.