Al via Sicilia in Bolle 2018 alla Scala dei Turchi, il sindaco: “Evento importante per promuovere il territorio”

La Scala dei Turchi per due giorni capitale delle bollicine siciliane. Al via oggi la quarta edizione di Sicilia in Bolle, il festival dedicato ai vini spumanti siciliani che richiama ogni anno a Realmonte tanti sommeliers, enoturisti, winelovers, giornalisti, foodblogger, produttori e ristoratori di ogni parte d’Italia. Tante le novità di quest’anno, a partire dalla durata stessa dell’evento che si svolgerà in due giornate piene di appuntamenti e degustazioni. L’evento, organizzato da Ais Sicilia delegazione di Agrigento, è stato presentato quest’anno al Vinitaly 2018.

“Degustazioni, convegni, masterclass produttori ed appassionati di vini spumanti e frizzanti siciliani – viene spiegato in una nota – riuniti sulla bianca scogliera della Scala dei Turchi. Il Madison è la cornice elegante e raffinata di Sicilia in Bolle. Adagiato sul promontorio che domina il mare incanta i suoi ospiti con la sua suggestiva posizione, incastonata all’interno di un paesaggio naturale incontaminato. Una sala ricevimenti prestigiosa, con eleganti sale interne e due ampi gazebo che si affacciano sul mare e che fanno da sfondo a questa nuova edizione del festival delle bollicine siciliane”.

Il convegno d’apertura, oggi alle ore 12, al faro di Capo Rossello. “Storie e parallelismo sulla spumantistica di due grandi regioni: Trentino e Sicilia”. Intervengono: Antonello Maietta, presidente AIS Italia; Camillo Privitera, presidente Ais Sicilia; Francesco Baldacchino, delegato Ais Agrigento; Pietro Caravello, delegato Ais Messina; Sabrina Schench, dell’Istituto Trento Doc; Alessio Planeta, presidente Assovini Sicilia; Antonio Rallo, presidente Consorzio Sicilia Doc; Umberto Gambino, giornalista del Tg2.

Sempre oggi, alle 17.30 e alle 19.30, le due masterclass di approfondimento intitolate “Spumanti Sicilia” e “Spumanti TrentoDoc Bollicine di Montagna” per le quali si è già registrato già sold out. “Il pubblico – hanno spiegato gli organizzatori – ha accolto con grande entusiasmo le due degustazioni tematiche, prenotando in pochi giorni dal lancio del sito tutti i posti disponibili”.  Lunedì 2 luglio, a partire dalle 19, nella terrazza che si affaccia sulla scogliera bianca, l’evento clou della kermesse: più di 50 cantine presenteranno le loro produzioni di vini frizzanti e spumanti a tutti gli appassionati e agli operatori del settore. La degustazione sarà accompagnata da un ricco buffet. Poi, a partire dalla mezzanotte, musica, danza e drink in terrazza: dj Set a cura di Giannino.

“Sicilia in Bolle è un evento eccezionale che ogni anno diventa sempre più importante  e questo certamente ci inorgoglisce”, ha detto al Giornale di Sicilia il sindaco di Realmonte Lillo Zicari. “Quest’anno, oltre allo scenario della Scala dei Turchi, sarà valorizzato con diverse iniziative anche il faro di Capo Rossello. Un evento sicuramente utile – ha proseguito – per promuovere ancora una volta il nostro territorio le cui bellezze paesaggistiche si abbinano al meglio al vino. Quello del turismo enogastronomico, che si lega al nostro patrimonio paesaggistico, è un settore su cui puntiamo molto e il nostro territorio ha tanto da offrire. L’amministrazione comunale continuerà a lavorare per migliorare i servizi esistenti e per offrirne di nuovi”.

Ecco tutte le cantine in vetrina a Sicilia in Bolle 2018: Abbazia Santa Anastasia, Antichi Vinai, Avide, Baglio Aimone, Cantine Fina, Cantine Madaudo, Cantine Patria, Castellucci Miano, Colomba Bianca, Coppola 1971, Costantino, Cusumano, CVA Canicattì, Destro Vini, Duca di Salaparuta, Fazio, Feudo Arancio, Feudo Rudinì, Feudo Santa Tresa, Firriato, Funaro, Gorghi Tondi, Lombardo Vini, Luna Sicana, Mandrarossa, Marco De Bartoli, Miceli, Azienda Agricola G. Milazzo, Murgo, Ottoventi, Patrì, Planeta, Porta del Vento, Principe di Butera, Principi di Corleone, Settesoli, Tasca d’Almerita, Tenute Cuffaro, Tenute Mannino, Terrazze dell’Etna, Tola Vini, Vinisola Pantelleria.