Centri per l’Impiego in Sicilia, Ippolito: ”Sicurezza e servizi puntuali all’utenza”

“Garantire i servizi all’utenza e tutelare il personale dei Centri per l’impiego: queste direttrici muovono l’azione dell’Assessorato Regionale del Lavoro sin dal mio insediamento”. Lo ha detto l’assessore Mariella Ippolito, dopo aver appreso del buon esito del confronto del Dipartimento regionale del Lavoro con le segreterie regionali di Cobas-Codir, Sadirs e Siad che avevano preannunciato le procedure di raffreddamento e di conciliazione. “Siamo stati nelle condizioni di poter rassicurare sulla bontà del nostro operato – ha spiegato l’esponente della Giunta Musumeci – anche per quanto riguarda la dotazione strumentale degli uffici: il cablaggio è stato ultimato nelle sedi periferiche, mentre con la gestione oculata degli appositi fondi abbiamo commissionato al Mercato Elettronico della Pubblica Amministrazione 1.015 computer, 16.000 risme di carta, 300 toner e 462 tamburi che soddisferanno il fabbisogno dei centri per l’impiego siciliani. Se invece il sistema informatico ha presentato delle criticità, lo si deve alle difficoltà d’accesso della piattaforma regionale al nodo nazionale Anpal. Il dirigente generale del Dipartimento regionale Francesca Garoffolo ha sollevato la questione nel corso di un vertice che si è tenuto giovedì scorso al Ministero del Lavoro”. Proprio Garoffolo, questa mattina, ha incontrato i sindacalisti Franco Madonia, Angelo Lo Curto e Fabrizio Masi, rispettivamente del Sadirs, Siad e Cobas-Codir. A Palermo è stata annunciata la necessità dell’apertura di un nuovo centro per l’impiego, tutelandone la sicurezza tramite un sistema di videosorveglianza e con la presenza di agenti di polizia locale. Le richieste saranno avanzate direttamente dall’assessore Mariella Ippolito al sindaco Leoluca Orlando nel corso di un confronto che si terrà nei prossimi giorni. Giovedì prossimo infine, sempre sulla questione dei Centri per l’Impiego, il dirigente generale Garoffolo ha convocato i dirigenti delle sedi periferiche.