Pensioni, Cgil al Governo Conte: ”Cambiare la legge Fornero”

“L’Italia ha forse il peggiore sistema previdenziale in Europa, soprattutto se confrontato con quello dei Paesi che ci hanno chiesto di modificare il nostro. La rincorsa all’aspettativa di vita è inaccettabile”. Il giudizio secco del segretario generale della Cgil Susanna Camusso, oggi, durante l’iniziativa organizzata dalla Cgil per rimettere in moto con il nuovo governo la Piattaforma unitaria sulle pensioni. Una giornata di confronto anche con la politica e con i rappresentanti di Cisl e Uil. Ripartire quindi dai punti nodali della Piattaforma, equità, flessibilità, riconoscimento di lavori diversi e fatiche diverse. Lo ha spiegato bene il segretario nazionale Roberto Ghiselli introducendo i lavori. “La legge Fornero non è stata una riforma previdenziale ma un modo per fare cassa sulle spalle dei lavoratori e dei pensionati. Quello che serve oggi non è un ritocco ma una una riforma organica del sistema previdenziale che guardi ai giovani con carriere discontinue, alle donne, alle fatiche”.