Beni culturali, inaugurato nuovo sistema d’illuminazione del Satiro danzante a Mazara del Vallo

Alla presenza dell’Assessore dei Beni culturali Sebastiano Tusa, del Sindaco di Mazara Nicola Cristaldi, del Presidente di iGuzzini Adolfo Guzzini e del Direttore del Polo Museale di Trapani Luigi Biondo, è stato inaugurato il nuovo sistema di illuminazione del Museo di Mazara del Vallo e in particolare della celebre statua bronzea recuperata nel 1998 da Francesco Adragna “Capitan Ciccio”. Il nuovo progetto illuminotecnico, curato da Roberto Sannasardo del Dipartimento dei Beni culturali, consente di creare scenari di luce personalizzati sulla statua attribuita alla scuola di Prassitele, in grado di ampliare l’accessibilità all’opera anche a un pubblico con disabilità visiva. I vari scenari di luce, elaborati in base alle personali visioni di note personalità del mondo dell’arte e della cultura, potranno essere richiamate direttamente dal pubblico attraverso un dispositivo digitale presente all’interno del museo.

Il progetto ha ripensato gli ambienti del museo in un’ottica di efficienza energetica, minimo ingombro visivo dei corpi illuminanti e migliore gestione grazie all’utilizzo di un sistema di controllo automatico. Con questo progetto continua la sinergia tra l’Assessorato dei Beni culturali della Regione Siciliana e iGuzzini, avviata con l’illuminazione del Teatro antico di Taormina, della Valle dei Templi di Agrigento, e a breve, del Tempio C di Selinunte; una sinergia che ha consentito di ridare nuova “luce” a un patrimonio si straordinaria bellezza visitato ogni anno da turisti provenienti da tutto il mondo. “Il nuovo progetto illuminotecnico del Satiro danzante – dichiara l’Assessore Tusa – conferma, nella sua eccellenza, che la scelta che l’Assessorato dei Beni culturali ha fatto attivando sinergie con aziende di primo piano quale iGuzzini risulta essere vincente. Il Satiro, capolavoro dell’arte greca, presenta nella genialità del movimento vorticoso che avvolge nel vento sia il corpo che la stupenda capigliatura, la sua unicità. E un sistema di illuminazione dedicato e di grande impatto come quello realizzato a Mazara del Vallo non fa che arricchire il processo di fruizione, esaltando le forme della statua che meritava certamente una installazione di grande livello”. La nuova illuminazione del Museo del Satiro si inserisce all’interno del programma “Light is Back” con il quale l’azienda di Recanati contribuisce concretamente già da tempo alla valorizzazione dei Beni culturali siciliani creando nuove suggestioni nella fruizione del patrimonio artistico.