Mafia, Dia: dopo morte Riina rischio atti forza, pericolose ripercussioni su organizzazione mafiosa

Dopo la morte di Totò Riina, Cosa Nostra attraversa una “fase di transizione e di rimodulazione, contraddistinta dal rischio di forti tensioni che potrebbero sfociare in atti di forza, con pericolose ripercussioni sull’intera organizzazione mafiosa”. E’ quanto emerge dall’ultimo rapporto semestrale della Direzione Investigativa Antimafia. Per la Dia “è assai improbabile che a succedergli sia Messina Denaro” ed è “ragionevole ritenere che Cosa nostra tenderà ad una gestione operativa di tipo collegiale, in linea di continuità con la strategia perseguita negli ultimi anni”.