Corte dei Conti, Miccichè: ”Continueremo a razionalizzare la spesa dell’Ars”

Il presidente dell’Ars, Gianfranco Miccichè, ha “accolto con soddisfazione” il giudizio delle Sezioni riunite della Corte dei Conti, presieduta da Maurizio Graffeo che, in apertura della relazione, gli ha “riconosciuto – viene sottolineato in una nota – l’accelerazione impressa alla riduzione della spesa della stessa Assemblea regionale”.  A margine del giudizio di parificazione del Rendiconto generale della Regione siciliana per il 2017, il Presidente dell’Ars ha evidenziato che “fin dall’inizio della legislatura abbiamo operato in questa direzione, tant’e che la Corte dei Conti mi ha ringraziato formalmente per quello che è stato fatto relativamente al taglio della spesa”. I giudici contabili hanno esortato Miccichè a proseguire nell’accertamento della copertura finanziaria delle leggi che implicano spesa.

“E’ stata la prima cosa che abbiamo fatto – ha aggiunto Miccichè -, e continueremo in questa direzione, non a caso fin dal primo insediamento mi sono impegnato per il rafforzamento dell’ufficio di Bilancio dell’Ars”. Le Sezioni riunite della Corte dei Conti hanno suggerito, così come avviene alla Camera e al Senato, che anche all’Ars venga chiesta la cosiddetta ‘bollinatura’ al Ragioniere generale della Regione. “La bollinatura? Ben venga”, ha concluso il presidente dell’Ars.