Pescatore gambizzato a Porto Empedocle, caccia aperta al sicario

Un colpo di pistola  alla gamba sinistra. Un vero e proprio agguato si è consumato ieri sera – intorno alle 19 – al porto di Porto Empedocle. Ad essere gambizzato, come riporta il Giornale di Sicilia, è stato un pescatore trentenne: Angelo Marino. Il giovane pare che fosse appena sceso da un peschereccio quando è stato raggiunto dal colpo di pistola. Qualcuno ieri sera parlava di almeno due o tre colpi esplosi. I poliziotti del commissariato «Frontiera», coordinati dal vice questore aggiunto Chiara Sciarrabba, hanno però ritrovato, e naturalmente sequestrato, un unico bossolo. Chi ha sparato il colpo – non sembrerebbero esserci dubbi al riguardo – stava aspettando l’approdo del peschereccio e dunque l’arrivo del trentenne. Un «dettaglio» questo che, ieri sera, lasciava ipotizzare, alla polizia, che l’agguato consumatosi al porto empedoclino aveva una «lettura» precisa: un regolamento di conti.

Il pescatore trentenne è stato subito portato al pronto soccorso dell’ospedale «San Giovanni di Dio» dove i medici lo hanno sottoposto a tutti i necessari accertamenti e alle cure del caso. Non è in pericolo di vita. Al porto empedoclino, fra il fuggi fuggi di persone che a quell’ora erano presenti per una semplice passeggiata o anche per acquistare il pesce, si sono precipitati sia i poliziotti del commissariato «Frontiera» che quelli della Scientifica, i carabinieri e la Guardia di finanza. Dopo un paio d’ore dall’agguato, i poliziotti del commissariato di Porto Empedocle avevano già tracciato – senza però nulla escludere – una precisa pista investigativa. Sono stati acquisiti i filmati delle telecamere di videosorveglianza che quasi sicuramente hanno immortalato il tentato omicidio e sono stati ascoltati numerosi empedoclini. Diversi i posti di blocco, realizzati dalle pattuglie, in tutta la città e pare che siano state effettuate anche delle mirate perquisizioni. Fitto, anzi categorico, il riserbo degli investigatori, ma pare proprio – così almeno sembrava ieri sera – che i poliziotti avessero un’idea su chi potrebbe aver teso l’agguato al pescatore trentenne. Non è escluso pertanto che già nelle prossime ore si possa arrivare alla piena risoluzione del caso. Un agguato che, ieri sera, ha, inevitabilmente, inquietato l’intera città di Porto Empedocle.