Grotte, a fuoco escavatore preso a noleggio da una ditta di Agrigento

A fuoco un mini-escavatore preso a noleggio, da una ditta di movimento terra di Agrigento, da un imprenditore di Grotte. È accaduto nella notte fra mercoledì e ieri in contrada Fauma, nella periferia del piccolo comune agrigentino. Come riporta il Giornale di Sicilia oggi in edicola, le fiamme sono state spente, e non senza difficoltà, dai vigili del fuoco del distaccamento di Canicattì. I carabinieri, coordinati dal comando compagnia di Canicattì, hanno già avviato le indagini. Nessun dubbio sul fatto che l’incendio del mezzo pesante sia di matrice dolosa. L’attività investigativa delle forze dell’ordine adesso – appare scontato che sia così – è indirizzata a fare, e il più rapidamente possibile, chiarezza. Il commerciante di Grotte, una persona molto conosciuta, pare che avesse preso a noleggio il mini-escavatore Jcb 55 Z per effettuare dei lavori di movimento terra. Il mezzo aveva già realizzato, in contrada Fauma, uno scavo. Nelle campagne di Grotte, il mini-escavatore, di proprietà di un’impresa di movimento terra di Agrigento, sarebbe dovuto rimanere fino all’ultimazione dei lavori previsti. Nella notte fra mercoledì e ieri, invece, il mini-escavatore è andato distrutto.