Furto aggravato di acqua a Racalmuto, afgano in manette

Nell’ambito di una serie di controlli svolti dai Carabinieri della Stazione di Racalmuto (Ag), sono scattate le manette ai polsi di un cittadino afgano, 35 enne, Kharutai Gulrang, con l’accusa di furto aggravato d’acqua. Nel corso infatti di una verifica eseguita presso il suo domicilio a Racalmuto, i militari dell’Arma hanno accertato – viene ricostruito in una nota – che lo straniero aveva manomesso i sigilli precedentemente apposti al suo contatore dell’acqua per morosità, continuando indisturbato ad approvvigionarsi di acqua. Durante le verifiche, lo straniero ha anche reagito con violenza nei confronti dei Carabinieri, che lo hanno arrestato anche per il reato di resistenza a pubblico ufficiale. L’Autorità Giudiziaria, in attesa dell’udienza di convalida, ha subito disposto nei suoi confronti gli arresti domiciliari.