Barche e gommoni sotto costa nell’Agrigentino, sanzioni per 7 diportisti

Intensa è stata l’attività operativa messa in campo nei giorni scorsi dalla Capitaneria di Porto – Guardia Costiera di Porto Empedocle volta alla salvaguardia della vita umana in mare e della sicurezza dei bagnanti e dei diportisti e della tutela dell’ambiente marino e costiero. Numerosi i controlli esperiti sia alle unità da diporto che lungo gli arenili. A consuntivo dell’attività, sono stati sanzionati, in violazione della vigente Ordinanza di sicurezza balneare, con un verbale con pena pecuniaria pari a € 229,50 ciascuno per unità sotto costa ovvero nella fascia di mare riservata alla balneazione, i proprietari di 7 natanti da diporto e il proprietario di un acquascooter. Altresì, il conduttore di un natante da diporto è stato sanzionato con pena pecuniaria pari a € 130 poiché veniva riscontrato che la tenuta della documentazione di bordo non era regolare. È stato sanzionato con un verbale con pena pecuniaria pari a € 200, il proprietario di un cane, avendo riscontrato che lo stesso animale fosse sulla spiaggia.
Sono state sgomberate e altresì sanzionati i proprietari di alcune tende collocate sul demanio marittimo nel tratto di spiaggia compreso tra “Lidi Porto Empedocle” e Scala dei Turchi. Nelle prossime ore verranno implementati i controlli lungo la costa, anche congiuntamente con le altre Forze di Polizia, al fine di impedire il bivacco e l’attendamento selvaggio ovvero ogni altra forma di uso improprio del demanio marittimo. Si rammenta che i Comuni costieri hanno vietato con proprie ordinanze l’accensione di falò, il campeggio in spiaggia (con tavolini, barbecue ecc.) e l’utilizzo anche dei gazebi. Per l’emergenza in mare è attivo il numero blu 1530 gratuito sul tutto il territorio nazionale ed attivo 24 ore su 24 per 365 giorni all’anno.
Nella foto, diffusa da Mareamico, barche e gommoni sotto costa a Torre Salsa.