Tre bagnanti e un uomo in canoa in difficoltà soccorsi nell’Agrigentino dalla guardia costiera

La Guardia Costiera di Porto Empedocle, allertata per due richieste di soccorso pervenute tramite il “numero blu” 1530, è intervenuta a mare, nella giornata del 16 agosto 2018, lungo il litorale agrigentino a favore di alcuni bagnanti.
Nel primo pomeriggio, in Località Cannatello del Comune di Agrigento, la motovedetta CP819, adibita alla ricerca e soccorso, si è adoperata a favore di tre bagnanti trascinati al largo dalla corrente che gli rendeva difficoltoso il rientro. Le operazioni di salvataggio, coordinate dalla Sala Operativa della Guardia Costiera di Porto Empedocle, sono state portate a termine dai due assistenti bagnanti operanti in zona e con l’assistenza dell’equipaggio dell’unità navale CP819. I tre bagnanti sono stati recuperati e si trovano in buone condizioni di salute.
Alle ore 19.00 circa, un secondo intervento ha visto impegnata la motovedetta della Guardia Costiera nelle acque di Capo Rossello, del Comune di Realmonte, in soccorso di un canoista in difficoltà. Tutto ha avuto inizio dopo che una donna sulla battigia ha notato che l’uomo in canoa sembrava in difficoltà nel tentativo di riavvicinarsi alla costa. La donna ha prontamente contattato il 1530 per allertare la Sala Operativa che ha disposto l’immediato intervento della motovedetta CP 819 il cui equipaggio in pochi minuti ha individuato e condotto l’uomo a bordo della canoa fino all’ormeggio più sicuro.
Porto Empedocle, 16/08/2018