Crollo ponte Morandi, a Palermo militanti centri sociali protestano in negozio Benetton

Un gruppo di militanti dei centri sociali hanno fatto stamane irruzione nel negozio Benetton in via Ruggero Settimo a Palermo, per protestare contro ”le responsabilità’ della famiglia Benetton e dei politici trasversali agli schieramenti che ne hanno favorito gli affari a scapito della sicurezza della popolazione”. I militanti hanno fatto un sit in avanti l’entrata del negozio con uno striscione in cui è scritto. Benetton, intrallazzi, affari, stragi, basta profitti sulle nostre vite. ”Il crollo del ponte di Genova – affermano i militanti come riporta l’Ansa – ha portato con sé oltre 40 vittime. Questa tragedia, l’ennesima, ci riporta davanti agli occhi il modo in cui i grossi imprenditori italiani con la complicità dello Stato centrale hanno gestito e gestiscono la cosa pubblica: come un comitato dell’intrallazzo dove le vite delle persone valgono meno di niente, dove conta solo il profitto”.