Migranti, mozione censura per Salvini contro “politiche eversive” a Marsala

Una mozione di censura, che in caso di approvazione andrebbe trasmessa al Parlamento nazionale, “contro le politiche eversive del ministro Salvini” è stata chiesta al presidente del Consiglio comunale di Marsala, Enzo Sturiano, e al sindaco della stessa città, Alberto Di Girolamo, dal consigliere Linda Licari, del gruppo di centrosinistra “Cambiamo Marsala”. Alla base della richiesta – come riporta l’Ansa – ci sono le vicende legate alla nave della Guardia costiera “Ubaldo Diciotti”, dalla quale per diversi giorni, per decisione del ministro dell’Interno, non sono potuti sbarcare i migranti salvati in mare, in prevalenza eritrei. Sottolineando che l’Eritrea è una “ex colonia italiana, adesso sotto regime dittatoriale, in cui non esistono libertà politiche e di associazione, senza potere giudiziario e fonti d’informazione indipendenti”, Licari ha presentato un documento con il quale accusa Salvini di “atteggiamenti eversivi”.