Tutela demanio marittimo in Sicilia, siglato accordo tra Regione e Arma dei Carabinieri

In data odierna è stato firmato dall’Assessore Regionale del Territorio e dell’Ambiente Toto Cordaro e dal Comandante Generale dei Carabinieri Riccardo Galletta un accordo di cooperazione tra la Regione Siciliana ed il Comando Legione Carabinieri di Sicilia a tutela del demanio marittimo e delle acque marine. Per mezzo di tale accordo le attività di controllo, verifica e tutela del demanio marittimo regionale, per garantirne una gestione coerente con le finalità di pubblico interesse, saranno efficacemente integrate dall’azione di prevenzione e repressione dell’Arma, nell’ambito di una efficiente e fattiva forma di collaborazione interistituzionale.

L’accordo, in particolare, è finalizzato a rafforzare lo sviluppo di idonee misure di contrasto dell’infiltrazione della criminalità nella gestione dei beni demaniali marittimi, alla ricerca di elementi informativi utili ad individuare gli effettivi titolari delle concessioni e a verificare la sussistenza di eventuali cointeressenze da parte di soggetti, direttamente o indirettamente, legati ad associazioni criminali. Tale accordo prevede anche il rafforzamento di controlli finalizzati alla prevenzione dei fenomeni di abusivismo commerciale, nonché alla tutela ambientale dei beni demaniali marittimi.

Successivamente è stata sottoscritta la convenzione operativa tra il Dirigente generale del Dipartimento ambiente, Giuseppe Battaglia, e il Capo di Stato Maggiore della Legione dei Carabinieri di Sicilia, Colonnello Pasquale Vasaturo. “Questo accordo – afferma l’assessore Cordaro – rappresenta, attraverso la convenzione che regolerà il dettaglio delle azioni che saranno condotte, un momento fondamentale per la tutela del patrimonio demaniale marino pubblico, che è una delle fondamentali risorse della Sicilia”.