Canicattì, iniziata la vendemmia nei vigneti confiscati alla mafia

È iniziata puntuale in contrada Graziano Di Giovanna a Canicattì la «vendemmia antimafia» dei soci della cooperativa «Lavoro e non solo» presieduta da Calogero Parisi. Una dozzina di operai hanno iniziato a raccogliere i grappoli del vitigno Chardonnay che daranno vita ai «Vini della Legalità». Per l’occasione – come riporta il Giornale di Sicilia oggi in edicola – il presidente Parisi e gli operai hanno «sfoggiato» il nuovo trattore McCormick (nella foto Gallo) che ha rimpiazzato uno dei due rubati proprio dal capannone di contrada Graziano Di Giovanna all’interno del terreno confiscato alla famiglia mafiosa dei Guarneri. Del gruppo di operai fanno parte anche alcuni migranti stabilizzati dopo aver partecipato ad un programma di accoglienza ed integrazione. A settembre per la vendemmia di altri vitigni arriveranno volontari da tutta Italia.