Pensioni, Salvini annuncia: ”Quota 100 per tutti”, attese novità anche su Opzione donna e Quota 41 per i precoci

Parla da vicepremier Matteo Salvini e in un’intervista al Sole 24 ore traccia le line del piano del governo gialloverde in materia di politiche economica, a partire dalla tanto attesa riforma pensioni. Quota 100 per tutti e subito, non solo “per equità, ma per creare lavoro”, insieme con la riduzione del cuneo. Poi il lancio della flat tax, “a partire dai piccoli” e il mantenimento delle misure di Industria 4.0, estendendone i benefici alle Pmi. Sul versante delle infrastrutture, via libera al Tap, i cui “benefici sono superiori ai costi”. Queste le priorità del governo Conte indicate da Matteo Salvini, vicepremier e ministro dell’Interno, nell’intervista realizzata dal Sole 24 Ore oggi in edicola.

Per Salvini passa attraverso la modifica della Legge Fornero, con quota 100 da subito, il futuro del governo M5s-Lega. In materia previdenziale si attendono novità anche sulla proroga del regime sperimentale di Opzione donna per la pensione anticipata a 57-58 anni delle lavoratrici e sulla quota 41 a prescindere dall’età per i lavoratori precoci.  Poi, secondo i piani del leader del Carroccio, “avvio della flat tax a partire dai più piccoli. Pace fiscale ed Equitalia, questione non solo di giustizia ma anche di fondi che altrimenti non recupereremo mai. Accise sulla benzina, con l’obiettivo di annullare gradualmente quelle che hanno compiuto 60-80 anni di storia. Fatturazione elettronica obbligatoria 2019, che per i piccoli – secondo Salvini – rischia di essere un aggravio di spesa non da poco”. Questo il piano tracciato dal Carroccio che deve comunque fare i conti anche con le misure simbolo a cui non intende rinunciare il Movimento 5 stelle di Luigi Di Maio, a partire dal reddito di cittadinanza.

E’ intervenuto anche il ministro del Lavoro e delle Politiche sociali Luigi Di Maio, secondo il quale per il Movimento 5 stelle “non si può prescindere da reddito di cittadinanza e superamento della legge Fornero e anche sulla realizzazione di infrastrutture, penso al Sud dove sono quasi inesistenti”. Sintonia anche sulla flat tax ma “se favorisce i ricchi non va bene”, ha detto il vicepremier pentastellato.