Il premier Conte a Palermo, omaggio alle vittime della strage di Capaci

Il presidente del Consiglio Giuseppe Conte, dopo essere atterrato all’aeroporto di Palermo, si è fermato lungo l’autostrada A29 davanti la stele che ricorda la strage di Capaci, il 23 maggio 1992, per rendere omaggio alle vittime: i magistrati Giovanni Falcone e Francesca Morvillo e gli agenti della polizia di Stato Antonino Montinaro, Rocco Dicillo e Vito Schifani. Conte, accompagnato dal sottosegretario Vito Crimi, è stato accolto dal prefetto Antonella De Miro. Il premier è atteso a Palermo nell’istituto comprensivo Padre Pino Puglisi nel quartiere Brancaccio per inaugurare l’anno scolastico.

Il post di Conte su Facebook: “Questa mattina, appena atterrato a Palermo, sono stato a Capaci, nel tratto di autostrada dove il 23 maggio del 1992 avvenne la strage in cui morirono Giovanni Falcone, sua moglie Francesca Morvillo e i tre uomini della scorta Vito Schifani, Rocco Dicillo e Antonio Montinaro. Mi sono fermato qui per commemorare le vittime di quel terribile atto compiuto nei confronti di chi con la propria vita ha combattuto la mafia. Gli insegnamenti e il loro ricordo sono sempre vivi, esempio per tutti noi”.