Morto ex sindaco di Ravanusa e sindacalista Giovanni D’Angelo, Cgil agrigentina a lutto

La Cgil agrigentino è a lutto e piange la morte di Giovanni D’Angelo. “Giovanni D’Angelo – ricorda in una nota il segretario provinciale del sindacato rosso Massimo Raso – è stato per lunghi anni dirigente di questa nostra Organizzazione, ricoprendo importanti incarichi di categoria e confederali; è stato un indimenticato direttore provinciale dell’Inca, il patronato della Cgil, presidente dell’Inps di Agrigento; era componente la segreteria provinciale del sindacato pensionati della Cgil E’ stato amministratore locale, sindaco di Ravanusa, la sua città natale; consigliere provinciale e vice presidente della Provincia Regionale di Agrigento.
Una persona onesta, un grande lavoratore, un punto di riferimento della Sinistra Agrigentina. Eretico, mai allineato, con una sua visione del mondo che difendeva con orgoglio, combattivo. Una persona garbata, elegante e mite. Avrebbe sicuramente, in ragione della sua preparazione e delle sue capacità, meritato di più dalla politica e dal Suo Sindacato, la Cgil che non lo dimenticherà. Muore nel giorno del 112° compleanno della Cgil, parte di quella storia, nella nostra provincia, l’ha scritta Lui: con le lacrime agli occhi e col cuore gonfio di dolore, glielo riconosciamo e promettiamo a Lui ed alla Sua Famiglia, cui ci stringiamo commossi, che non dimenticheremo il suo impegno”.