Mafia, chiedono pizzo al titolare di uno stabilimento balneare: in due arrestati a Termini Imerese

I carabinieri del nucleo operativo della compagnia di Termini Imerese hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal gip di Palermo, su richiesta della Dda, nei confronti di Antonino Teresi, 56 anni, e Pietro Erco, 55 anni, accusati di estorsione aggravata dall’utilizzo del metodo mafioso e di aver agito con la finalità di agevolare l’attività dell’associazione mafiosa. Secondo gli investigatori è stato accertato il taglieggiamento di un imprenditore di Trabia, gestore di uno stabilimento balneare. Gli arrestati – come riporta l’Ansa – avrebbero cercato di acquisire la gestione e i guadagni del parcheggio che si trova davanti all’attività commerciale. Alla vittima infatti sarebbe stato chiesto di consegnare, al termine della stagione estiva, quanto guadagnato con la gestione del parcheggio. In più occasioni i due indagati, poi, sono andati al lido balneare consumando senza pagare.