Cattolica Eraclea, incendio nel capannone uccise Liborio Campione: a processo per omicidio colposo ex sindaco Termine

Dovrà rispondere delle accuse di omicidio colposo e omissione di atti d’ufficio l’ex sindaco di Cattolica Eraclea Nicolò Termine che ieri, assistito dall’avvocato Giuseppe Piro, è comparso davanti al gup de tribunale di Agrigento Luisa Turco. La notizia è riportata sul quotidiano La Sicilia oggi in edicola.

L’indagine è quella sulla morte, avvenuta il 9 dicembre del 2016, di Liborio Campione, disoccupato che viveva all’interno di un capannone comunale andato in fiamme. All’ex sindaco cattolicese  la Procura della Repubblica di Agrigento contesta di non aver fatto sgomberare l’uomo che era molto conosciuto e stimato in paese.

Il rogo che ha ucciso Campione potrebbe essere scoppiato a causa delle stufe elettriche che si trovavano in una stanza del capannone di contrada Balate. La parte civile del procedimento iniziato ieri è la sorella della vittima che è rappresentata dall’avvocato Diego Giarratana. Nella prossima udienza, fissata per il 20 ottobre, potrebbe deporre lo stesso imputato.