Furto e gestione rifiuti non autorizzata, in manette meccanico di Casteltermini

Nelle ultime ore, dopo aver raccolto sul territorio i necessari elementi informativi, i Carabinieri della Stazione di Casteltermini hanno fatto scattare un’ispezione all’interno di un’autocarrozzeria di quel centro, in quanto il titolare, un meccanico 37 enne del luogo, era sospettato di aver realizzato un allaccio abusivo alla linea elettrica e dunque di rifornirsi gratis di luce. Quando però sono entrati nel capannone in questione, i militari dell’Arma hanno scoperto una sorta di discarica abusiva di materiali di scarto, ferrosi e plastici ma, anche batterie esauste e vari fusti contenenti solventi industriali. Nel corso dei successivi controlli di rito – viene ricostruito in una nota – è saltato fuori anche che l’uomo era sprovvisto delle necessaria licenza per esercitare l’attività in questione. Inoltre, da un meticoloso controllo del contatore della luce esistente all’interno del capannone, è emerso che vi era pure un allaccio abusivo alla linea elettrica. A quel punto, sono subito scattate le manette ai polsi dell’insospettabile meccanico con l’accusa di furto aggravato e gestione di rifiuti non autorizzata. L’officina meccanica abusiva, al termine degli accertamenti, è stata sigillata e sequestrata, mentre l’Autorità Giudiziaria ha disposto che l’uomo venga ristretto agli arresti domiciliari.