Di Maio: ”Andrò a Corleone, no simbolo M5s, aspetto di parlare con deputato Chiazzese per chiarimento”

Luigi Di Maio conferma la richiesta di espulsione dal Movimento 5 stelle di Maurizio Pascucci, dopo la foto col marito della nipote del boss defunto Bernardo Provenzano, ribadisce che toglierà il simbolo del movimento a chiunque lunedì prossimo dovesse risultare eletto nella lista del candidato sindaco, e annuncia: “Presto andrò a Corleone per incontrare la stragrande maggioranza dei cittadini”. Rispetto al ruolo avuto dal deputato Giuseppe Chiazzese, che ieri sera dal palco del comizio in piazza a Corleone ha spiegato le ragioni della scelta di fare quella fotografia concordata con Pascucci e il meetup di Corleone, Di Maio, come riporta l’Ansa, dice: “Voglio chiarire con lui quale sia il suo pensiero, questa è una vicenda surreale”. “Quella foto anche se fatta in buona fede comunica qualcosa di malsano – afferma – Ho dovuto subito tagliare il cordone ombelicale creato con quella foto, nessuno può mai mettere in dubbio che lo Stato è contro la mafia”.