Mandorlo in Fiore 2019, anche i bimbi agrigentini saranno protagonisti del festival “I Bambini del Mondo”

La promozione della nostra tradizione folklorica locale è uno degli elementi che caratterizzeranno il Mandorlo in Fiore 2019: anche i bambini che fanno parte di tutti i gruppi agrigentini saranno protagonisti del 19° Festival “I Bambini del Mondo”. L’iniziativa, ideata dal compianto Claudio Criscenzo scomparso prematuramente e la cui organizzazione è curata dal figlio di quest’ultimo, Luca presidente dell’ AIFA ( Associazione International Folk Agrigento), è in programma dal giorno 1 al 5 Marzo 2019, e rappresenta uno degli appuntamenti chiave nell’ambito delle molteplici proposte che costituiscono il nutrito programma del Mandorlo in Fiore 2019, che da quest’anno fa parte del Registro delle Eredità Immateriali della Sicilia (REIS). Il Parco archeologico e paesaggistico Valle dei Templi di Agrigento ha provveduto alla spedizione delle lettere di invito, indirizzate a tutti i gruppi folk locali composti da bambini, nel convincimento che il contributo delle espressioni agrigentine del folklore, anche quelle dei più piccoli, debbano avere un ruolo di forte evidenza e interpretare una parte attiva nella riuscita dell’evento. Con questo fine, è stata diramata la nota ufficiale che li invita a prendere parte al Festival, tramite esibizioni di balli e canti, secondo un programma di attività e performances da condividere con l’ AIFA.

“Il Mandorlo in Fiore 2019, con il suo 19° Festival dei Bambini del Mondo – conferma il Direttore Giuseppe Parello – aderendo a quello spirito che anima la storia della manifestazione, vuole pertanto, promuovere la nostra cultura popolare locale e le nostre espressioni artistiche, attraverso quella tradizione, vanto della nostra Sicilia, che anche i gruppi dei piccoli, rappresenteranno ai numerosi ospiti internazionali, attesi per l’occasione”. Sarà una bella opportunità per stare insieme e mostrare e le abilità dei nostri piccoli rappresentanti del folk che, fin dalla più tenera età, si accostano e studiano la nostra tradizione musicale, coreutica e canora.Ci auguriamo per questo – conclude il Direttore – che anche tutti i complessi folklorici locali rappresentati dai bambini, diano la propria adesione alla nota che abbiamo spedito, certi che il loro contributo artistico impreziosirà il “19° Festival dei Bambini del Mondo”