Presepe vivente, continua la tradizione in Sicilia: in tanti comuni migliaia di figuranti per la nascita di Cristo

Continua la tradizione del presepe vivente in Sicilia dove in tanti comuni centinaia di figuranti mettono in scena la nascita di Cristo ricreando le scene  gli ambienti di vita di un tempo. A Giarratana (Ragusa), ieri, oltre cinquemila persone hanno ammirato il presepe vivente realizzato nello scenario naturale del Cuozzu, l’antico quartiere della cittadina iblea. I presepi saranno messi in scena oggi, 27 dicembre, e poi nei primi giorni del gennaio 2019. Presepi viventi si possono ammirare  in provincia di Agrigento a Montallegro (nella foto), Montaperto, Sambuca di Sicilia; in provincia di Palermo a : Castelbuono, Marineo, Giuliana, Godrano.

A Ragusa la rappresentazione si svolge nella chiesa dell’Ecce Homo. La quinta edizione è stata inaugurata con la processione figurata che ha voluto annunciare la gioia del periodo festivo a tutti i residenti del centro storico partendo da piazza Poste sino a raggiungere l’ingresso del presepe. L’appuntamento, poi, è stato allietato dall’associazione culturale “Gli ultimi cantastorie” con zampognaro e suonatore di cornamusa. A Belmonte Mezzagno (Palermo ) è in scena uno dei presepi viventi più grandi d’Europa con 300 figuranti. Altri presepi viventi sono a Piana degli Albanesi (Palermo) Gangi (Palermo), Custonaci (Trapani), Sutera (Caltanissetta), a Trappitello di Taormina, Montalbano Elicona (Messina), Monterosso Almo (Ragusa).