Differenziata, 9 i Comuni ricicloni premiati nell’Agrigentino: riceveranno un contributo regionale

Nove agrigentini su 31 Comuni della Sicilia riceveranno un contributo regionale per l’alta percentuale di raccolta differenziata dei rifiuti per il 2017. C’è un ampio versante belicino con Montevago, Santa Margherita Belice e Sambuca di Sicilia, ma c’è anche Ribera che fa la parte da leone con poco meno di 330 mila euro. Il risultato è frutto della collaborazione fra amministrazioni comunali e cittadini. A Santa Margherita Belice sono stati destinati 164.926,83 euro, Montevago riceverà un contributo regionale pari a 119.476,04 euro. E poi Ribera al quale sono stati assegnati 329.240,04 euro, Sambuca di Sicilia con 159.388,77 euro e Calamonaci con 98.354,11. A Raffadali è stata assegnata una quota complessiva di 245.975,82 euro mentre a Realmonte 138.434,26 euro. Sciacca non risulta presente tra i Comuni che si sono distinti per avere effettuato la raccolta differenziata attestandosi, secondo i dati relativi all’ultimo quadrimestre del 2017, solo al 32 per cento. È su questi dati che è stata redatta la classifica. Il Comune saccense ha visto, invece, migliorare i propri risultati a partire dal mese di luglio 2018 classificandosi, con il suo 76,2 per cento di raccolta differenziata, nel mese di settembre, terzo in Sicilia tra i comuni superiori ai 10 mila abitanti e quinto tra i comuni della provincia di Agrigento. A Calamonaci vanno 98.354,11 euro ed a Joppolo Giancaxio 96.229,04. «Un risultato importante quello che è stato conseguito – ha detto il sindaco di Montevago, Margherita La Rocca Ruvolo, al Giornale di Sicilia – che deve essere sempre migliorato». Ormai nell’Agrigentino ci sono molti comuni che viaggiano intorno al’80 per cento per quanto riguarda la raccolta differenziata dei rifiuti. E se c’è chi, come Sciacca, sta iniziando ad ottenere questi risultati da quando, nei mesi scorsi, è stato avviato il porta a porta, altri comuni raggiungevano già nel 2017 risultati significativi.

«Non è stato facile – ha detto il sindaco di Santa Margherita Belice, Franco Valenti – superare nel nell’anno 2017 il 65 per cento di raccolta differenziata. Un risultato raggiunto solo da 31 Comuni in Sicilia, frutto della collaborazione fra amministrazione comunale e cittadini. Impegniamoci ancora di più per aumentare la percentuale di raccolta differenziata che al momento si attesta intorno al 70 per cento perché differenziare conviene. Santa Margherita, Comune “virtuoso” anche nella raccolta differenziata, c’è anche in questi risultati importanti”. Una comunità che partecipa e collabora – dice Leo Ciaccio, sindaco di Sambuca – raggiunge sempre ottimi risultati. Complimenti a tutti. Noi al momento superiamo l’80 per cento e dobbiamo ancora migliorare». Sambuca di Sicilia nei mesi scorsi è stato premiato, a Roma, come uno dei tre ‘Comuni Ricicloni’ d’Italia nel corso della giornata conclusiva del ‘IV Ecoforum’, il report di Legambiente sui rifiuti che segnala i migliori Comuni italiani. Sambuca ha fatto registrare la migliore performance dell’Italia Meridionale per quanto riguarda carta e cartone. Per il centro è stato premiato il Comune di Sabaudia, in provincia di Latina, per l’Italia Settentrionale Crema. Il riconoscimento è stato ritirato dal sindaco di Sambuca, Leo Ciaccio. Adesso questo nuovo riconoscimento. «Per noi è un altro momento di partenza – ha detto il sindaco Ciaccio al Gds – perché bisogna ancora migliorare e con la collaborazione dei cittadini ritengo proprio che ci riusciremo«. Sciacca si avvia adesso verso i risultati che altri comuni hanno raggiunto già da oltre un anno. Il Comune saccense ha visto migliorare i propri risultati a partire dal mese di luglio 2018 classificandosi, con il suo 76,2 per cento di raccolta differenziata, nel mese di settembre, terzo in Sicilia tra i comuni superiori ai 10 mila abitanti e quinto tra i comuni della provincia di Agrigento. Ci sono ancora dei problemi da risolvere, ma la differenziata, a Sciacca, sta funzionando. C’è chi si ostina ancora a non farla e abbandona i rifiuti, creando discariche abusive. Il Comune sta intensificando i controlli per scovare chi non rispetta le regole.