”Un goal di solidarietà” a Montevago, tutti in campo per aiutare il piccolo Salvatore Pio

”Un goal di solidarietà” a Montevago, in campo per aiutare il piccolo Salvatore Pio. Iniziativa promossa dal Comune di Montevago in collaborazione con la parrocchia e diverse associazioni. Una partita di calcetto nel nuovo campo “Salvatore Giganti” per sostenere la raccolta di fondi in favore del piccolo Salvatore Pio, il bambino affetto da una grave malattia genetica per il quale si sono mobilitati i cittadini del Belìce. In campo anche il sindaco di Montevago, Margherita La Rocca Ruvolo, insieme ad altri amministratori e consiglieri comunali e a tanti giovani, tra i quali i migranti ospiti della cooperativa “Quadrifoglio”. “Ringrazio tutte le associazioni che hanno collaborato alla realizzazione di questa e di tutte le altre iniziative del Natale Montevaghese”, ha scritto su Facebook il sindaco Margherita La Rocca Ruvolo.

La raccolta di fondi in favore della famiglia Montalbano avviata su Facebook ha superato le 7 mila euro, ma altre iniziative sono in programma. Dopo il furto di gran parte delle pecore che componevano il gregge di proprietà di Francesco Montalbano, papà di Salvatore Pio, che aveva messo a rischio la possibilità di assicurare le cure necessarie al bimbo, nel Belice si è sviluppata una grande azione di solidarietà e altro ancora sarà realizzato. Domani, intanto, il piccolo, insieme ai genitori, partirà, per la seconda volta, per Genova. E’ previsto un nuovo ricovero al Gaslini.