Sicilia, Ippolito: 7 milioni per asili nido, centri per minori e servizi prima infanzia

“Abbiamo stanziato sette milioni e ottocentomila euro per finanziare la costruzione e il recupero di asili nido, comunità socio educative, centri ludici e diurni per minori, servizi integrativi di prima infanzia e ludoteche in Sicilia. Ogni giorno raccogliamo il frutto di un intenso lavoro condotto in silenzio, con passione e umanità”. Lo ha scritto su Facebook l’assessore regionale alla Famiglia, lavoro e politiche sociali Mariella Ippolito. A proposito di asili nido oltre quattro milioni di euro per trentuno Comuni dell’Isola. E’ stata pubblicata nei giorni scorsi la graduatoria relativa al bando predisposto dall’assessorato regionale della Famiglia nello scorso settembre. «E’ una misura – evidenzia il governatore della Sicilia Nello Musumeci – a favore delle famiglie.

Le risorse finanziarie messe a disposizione degli Enti locali serviranno, infatti, sia per la riduzione delle rette per i bambini iscritti, sia per l’apertura di nuovi asili o il potenziamento di quelli esistenti». In particolare, l’Avviso prevedeva infatti due linee di intervento: la prima – dedicata specificatamente ai Comuni in difficoltà finanziarie, come quelli in dissesto o in pre-dissesto – con l’obiettivo di mitigare gli effetti dell’aumento delle rette; la seconda, invece, indirizzata a tutti per l’apertura di nuovi servizi o l’aumento dei posti disponibili. Per quanto concerne la riduzione delle rette, a beneficiare del contributo saranno i Comuni di: Catania; Barcellona Pozzo di Gotto e Sant’Agata di Militello, in provincia di Messina; Monreale, nel Palermitano; Monterosso Almo, in provincia di Ragusa. Per un totale di 568mila euro.Si divideranno, invece, un finanziamento complessivo di 3,5 milioni di euro: Raffadali, Licata e Casteltermini, in provincia di Agrigento; Caltanissetta e Mussomeli, nel Nisseno; Randazzo, Biancavilla e Ragalna, in provincia di Catania; Leonforte, Troina, Aidone e Piazza Armerina, nell’Ennese; San Piero Patti, Capo d’Orlando, Malvagna, Alì, Castelmola, Capri Leone, Santo Stefano di Camastra, Naso, Galati Mamertino, Patti e Graniti, in provincia di Messina; Partinico e Bisacquino, nel Palermitano; Marsala, in provincia di Trapani.