Controlli nel Belicino, arrestate due persone sorprese con un panetto di hashish e alcuni grammi di eroina

A Santa Margherita di Belìce  erano passate le 1.00 di notte, quando all’improvviso una pattuglia della locale Stazione dei Carabinieri, impegnata in un posto di blocco, nota un’auto che viaggia a forte velocità. Scatta immediatamente l’akt, lungo la strada statale SS 624 che conduce a Palermo. Giunge di rinforzo anche una gazzella del Nucleo Radiomobile della Compagnia di Sciacca. I militari dell’Arma chiedono subito i documenti d’identità ai due occupanti dell’auto, un uomo ed una donna. I due -come viene ricostruito in una nota – cominciano ad essere molto nervosi e così i militari dell’Arma decidono di effettuare una perquisizione. E proprio durante tale controllo, dall’interno dell’auto, è saltato fuori un panetto di “Hashish” del peso di un etto nonché tre grammi di “Eroina”. I due, sul momento, non hanno fornito alcuna giustificazione sul possesso della droga rinvenuta nella loro disponibilità. A quel punto, per l’uomo e la donna, entrambi 35 enni ed originari di Sciacca, sono subito scattate le manette ai polsi con l’accusa di “Detenzione di sostanze stupefacenti”. La droga sequestrata, se ceduta al dettaglio, avrebbe potuto fruttare alcune centinaia di euro. L’operazione svolta, rientra in una forte intensificazione delle attività di prevenzione e contrasto allo spaccio e consumo di stupefacenti, disposta dal Comando Provinciale Carabinieri Agrigento. Nel corso degli ultimi mesi, sono stati vari i blitz effettuati in ogni area della provincia dai reparti dell’Arma, con l’arresto in flagranza di numerosi pusher ed un significativo sequestro di sostanze stupefacenti di varia natura.