Alitalia, riparte la sfida Delta-Lufthansa

Il ‘Progetto’ Az’ torna sul tavolo del consiglio di amministrazione delle Fs spa. Il board, a quanto s’apprende, sarà chiamato a breve, nei prossimi giorni, a valutare il dossier Alitalia e a fare il punto sull’esito delle trattative che il gruppo guidato da Gianfranco Battisti ha avuto in queste settimane con i potenziali partner per il nuovo corso dell’ex compagnia di bandiera. La delegazione delle Ferrovie, accompagnata dagli advisor, è stata impegnata in importanti ‘missioni’ internazionali, prima negli Usa ad Atlanta al quartier generale di Delta Air Line e ieri a Francoforte con Lufthansa. La ricerca dell’alleato internazionale sembra, dunque, arrivata a un bivio cruciale. Al momento, sarebbe in pole position l’asse Delta-Air France Klm, che potrebbero rilevare una quota del 20% ciascuna. La compagnia americana aveva presentato l’offerta a fine ottobre entro la scadenza prevista dalla procedura mentre il gruppo franco-olandese si era tenuto fuori dalla partita Alitalia. Air France era, invece, spuntata un anno fa quale membro di una maxi cordata a quattro, insieme con Delta, con la quale è partner della joint venture transatlantica, EasyJet e il fondo di private equity Cerberus. Oggi, si torna a parlare di Air France che si trincera dietro un ‘no comment’ ma che non ha neanche smentito.Ma Lufthansa, intanto, pur non avendo presentato l’offerta, non allenta la presa. Il colosso tedesco non ha mai fatto mistero del suo interesse per il mercato italiano e per un’Alitalia ristrutturata, così come è avvenuto per le altre compagnie europee entrate nella sua orbita come Swiss e Austrian Airlines, e sarebbe anche disposta ad acquisire il 51%.