Nuove minacce a Borrometi, solidarietà dell’Ordine dei Giornalisti

“Il Consiglio Nazionale dell’Ordine dei Giornalisti – si legge in una nota – esprime solidarietà al collega Paolo Borrometi che ha ricevuto nuove minacce di morte attraverso una lettera recapitata stamattina a Tv2000. La lettera, contenente tre chiodi, è stata subito consegnata agli inquirenti. Paolo, che già da anni vive sotto scorta per il suo impegno nel denunciare la mafia nel ragusano, riceverà sabato a Palermo il premio Francese che è stato presentato oggi a Roma nel corso di una conferenza stampa durante i lavori del Cnog”.

Solidarietà è stata espressa anche dall’Ordine dei Giornalisti di Sicilia: “Una minaccia che lascia sgomenti e che giunge proprio nel giorno in cui a Roma nella sede dell’Ordine nazionale dei giornalisti, sono stati comunicati i vincitori del Premio Francese, tra cui Paolo Borrometi al quale è stato assegnato il Premio Giuseppe Francese, riconoscendogli il merito di avere consentito di individuare i protagonisti di cosche senza “coppola né lupara”, come da indicate nelle sue inchieste pubblicate anche nel sito da lui fondato. “Deciso a scoprire quanto malaffare intriso di corruzione, violenze e intrighi si annidi in un’area a lungo erroneamente ritenuta immune come quella delle province di Ragusa e Siracusa – si legge nella motivazione del Premio – Borrometi non si è lasciato intimidire nonostante un pestaggio, la frattura di una spalla e uno sventato attentato, scoperto grazie alle intercettate minacce di un malavitoso che ne auspicava la fine perché «ogni tanto un morto ci vuole». L’Ordine dei giornalisti ribadisce la propria vicinanza a Paolo, e sollecita i colleghi a stringersi a lui, esprimendogli solidarietà dopo questa ulteriore e chiara minaccia di morte, che deve sollecitare la massima attenzione delle istituzioni e un sempre maggiore impegno civile”.