Sea Watch, Pm minori Catania: sbarcare bambini, hanno diritto all’accoglienza e alla tutela

La Procura per i minorenni di Catania chiede se possono sbarcare i minori non accompagnati della Sea Watch. Lo scrive la procuratrice Caterina Ajello in un documento inviato ai ministri dell’Interno e dei Trasporti, al presidente del Tribunale per i minorenni di Catania e alla Procura generale etnea. I non accompagnati sono 8 sui 13 presenti sulla nave. La richiesta è stata avanzata dopo che “dall’ufficio dei Difensori dei diritti dei bambini di Siracusa è stata segnalata” al suo ufficio “la presenza di minori non accompagnati a bordo della ‘Sea Watch3’, ferma nella rada del Siracusano. Atteso la loro presenza nel distretto di mia competenza – osserva la procuratrice Ajello – la loro tutela deve essere assicurata da questa autorità giudiziaria. I diritti riconosciuti dalle convenzioni internazionali e dalla normativa italiana impongono il divieto di respingimento, riconoscendo invece il diretto ad esser accolti in strutture idonee, ad avere nominato un tutore, ad avere un permesso di soggiorno”. (ANSA)