Crisi Venezuela, Miccichè: “Il governo italiano prenda una posizione”

“Nel 2019 non può esserci un Paese civile dove non arrivino le medicine e scarseggia il cibo, come sta avvenendo in Venezuela, che è anche ricco di materie prime, soprattutto petrolio. Non si comprende perché il suo popolo debba soffrire. Capisco chi è titubante sulla voglia di democratizzazione, ma mi consta personalmente che la situazione è molto problematica. E’ arrivato il momento che il governo italiano prenda una posizione”. Così il presidente dell’Ars, Gianfranco Miccichè, ha commentato quanto sta per accadere in Venezuela, sull’orlo di una guerra civile. L’Italia è l’unico Stato membro dell’Unione europea a non avere riconosciuto il governo di Juan Guaidò. “Auspico – ha aggiunto il presidente dell’Ars – una soluzione nel più breve tempo possibile. Il mio pensiero va, in particolare, a tutti i siciliani che vivono in Venezuela, anche di terza o quarta generazione, costretti a fare i conti con la scarsezza di cibo e la mancanza di medicinali”.