Resort Torre Salsa: ”I lavori riprendono dopo l’estate, nel 2020 saranno assunti 140 dipendenti”

Riprenderanno subito dopo l’estate il lavori per la costruzione del resort di lusso in contrada Torre Salsa, tra Siculiana e Montallegro. “Tutto sta andando avanti come previsto, l’estate scorsa è stata autorizzata dal Suap una variante al progetto originario. Adesso, per l’autorizzazione definitiva manca ancora il via libera dell’Arta che contiamo di ottenere a breve, perché la variante non è sostanziale e riguarda unicamente una leggermente diversa disposizione dei vari edifici sull’areale per motivi soprattutto geologici. Anzi, dal punto di vista ambientale è sicuramente migliorativa perché ci ritiriamo da una fascia di area sottoposta a un vincolo paesaggistico maggiore”. Lo spiega al Giornale di Sicilia l’imprenditore Andreas Sanoner, rappresentante legale della Adler, la società altotesina che si occupa da due secoli di impresa turistica e che ha deciso di ampliare l’offerta con una località di mare scegliendo come meta la Sicilia. Il nuovo Adler Mare Nature & Spa Resort, secondo quanto previsto dal progetto, darà lavoro a 200 persone per due anni in fase di costruzione e altri 140 dipendenti saranno assunti all’interno della struttura.

Di “opportunità concreta per il nostro territorio”, ha più volte parlato il sindaco di Siculiana Leonardo Lauricella. “La filosofia del progetto – ha spiegato la società – è di promuovere la Sicilia e soprattutto il territorio circostante contribuendo a valorizzare i pregi paesaggistici del luogo, naturalmente in primis anche la riserva di Torre Salsa, e i siti e le offerte culturali della Regione. Un’attenzione particolare sarà riservata ai prodotti enogastronomici della zona, privilegiando i produttori locali, tant’è che sarà prevista anche la realizzazione di un punto vendita all’interno della struttura”. L’ultimazione dei lavori è fissata per il mese di marzo del 2020. L’investimento complessivo è di 45 milioni di euro, di cui oltre 10 milioni arrivano da un finanziamento di Invitalia, che nell’Agrigentino ha già contribuito alla realizzazione del Verdura Golf Resort di Rocco Forte tra Sciacca e Ribera.

Spiega l’imprenditore: “Prima di poter riprendere i lavori dobbiamo ottenere il via libera del progetto strutturale esecutivo da parte del Genio civile. Dall’anno scorso non basta più il deposito del progetto strutturale al Genio civile ma serve l’approvazione preventiva. Speriamo di arrivare all’approvazione prima dell’estate. A questo punto potremo riprendere i lavori ed è nostra intenzione farlo dopo l’estate, periodo in cui siamo vincolati dalle disposizione espresse nell’ambito della Via/Vas. Al momento – aggiunge – siamo molto impegnati con l’ultimazione di un nuovo Adler Lodge al Renon, un altipiano molto bello sopra Bolzano, che aprirà a fine giugno prossimo e sarà una struttura molto particolare sul concetto di quella sull’Alpe di Siusi. Poi ci concentreremo sulla Sicilia, sperando di aver ottenuto le ultime autorizzazioni, per partire ‘in quinta’ e ultimare il progetto nel minor tempo possibile”.