Il giorno della Cattedrale di Agrigento, riapre al culto dopo 8 anni

Oggi 22 febbraio, dopo 8 anni, riapre al culto la Cattedrale di Agrigento.  Alle ore 18:00 la Santa Messa presieduta dall’arcivescovo cardinale Francesco Montenegro. «La riapertura della Cattedrale di San Gerlando dopo otto anni è un grande traguardo, frutto anche di un nostro impegno sin dall’inizio del mandato, sbloccando procedure che risultavano ingolfate e che impedivano di metterla in sicurezza. Ci siamo sentiti mossi da un forte senso del dovere e da un profondo rispetto per l’intera comunità agrigentina insieme alla quale oggi possiamo festeggiare». Lo ha detto il presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci.

«Il contributo finanziario della Regione, che ammonta a 800 mila euro – continua il governatore – è stato determinante così come è stato, e continua a essere fondamentale il ruolo del Genio civile e dell’Ufficio contro il dissesto idrogeologico tuttora impegnati nelle procedure per fare partire i lavori che serviranno a stabilizzare il versante sul quale sorge. Un intervento, questo, indispensabile per scongiurare il ripetersi di una situazione di allarme come quella che ha costretto i cittadini di Agrigento a rinunciare al al principale tempio sacro per tanto tempo». E Musumeci, in qualità di commissario contro il dissesto idrogeologico nell’Isola, annuncia anche il via libera al contratto con la ditta che, per 425 milioni di euro, si è aggiudicata, dopo le verifiche del Rup Duilio Alongi, l’appalto per l’elaborazione del progetto esecutivo dell’intervento sul colle. Si tratta della Technital di Verona che avrà novanta giorni di tempo a disposizione. Acquisito il progetto, la Struttura commissariale potrà mandare in gara i lavori di consolidamento.