Usura a Cattolica Eraclea, si blocca il processo nei confronti di 88enne

Sette anni dopo l’arresto, con l’imputato che nel frattempo ha compiuto 88 anni, si blocca il processo a Giovanni Candura, accusato di usura per avere preteso la restituzione di un prestito a un tasso di circa il 40 per cento. Come racconta il Giornale di Sicilia oggi in edicola, ieri mattina il pm Elenia Manno era pronta a illustrare la requisitoria ma il collegio di giudici della prima sezione penale, presieduta da Alfonso Malato, ha subito una modifica per il trasferimento di un magistrato e il dibattimento rischia di azzerarsi se la difesa – rappresentata dall’avvocato Pietro Piro – non dovesse dare il consenso a utilizzare gli atti già acquisiti al fascicolo del dibattimento. Candura fu arrestato il 5 dicembre del 2012 dai carabinieri. A raccontare l’episodio che ha fatto scattare l’indagine, all’udienza precedente, era stato il maresciallo Liborio Riggi, comandante della stazione dei carabinieri di Cattolica Eraclea. “Ci ha chiamati la direttrice della banca – aveva detto – perché c’erano due clienti che stavano litigando. Uno aveva prelevato dei soldi davanti a un altro e discutevano animatamente”. Riggi aveva aggiunto: “Un signore sui 55 anni aveva prelevato dei soldi sforando il limite e voleva ancora denaro, la discussione era molto animata. I due colleghi che sono intervenuti – ha proseguito il sottufficiale – si sono accorti che aveva consegnato il denaro a Candura e hanno deciso di controllarlo. Simulò un malore dicendo che aveva urgenza di andare a casa per prendere delle medicine. I colleghi, da me incaricati, lo accompagnarono. Disse che voleva andare in bagno, a quel punto prese un coltello e minacciò i due carabinieri. Si decise, quindi, di bloccarlo. Dalla perquisizione saltarono fuori i soldi che erano nascosti nel calzino destro. Li abbiamo restituiti al proprietario – ha aggiunto – che ci disse cosa era successo. Era stato costretto a chiedere un prestito e l’anziano voleva restituiti i soldi con un tasso del quaranta per cento di interessi”.