Migranti, botta e risposta tra il ministro Salvini e il sindaco di Palermo Orlando

“Il suo sindaco vuole porti aperti e l’anagrafe per gli immigrati, ma Palermo è l’unico capoluogo di provincia e di regione a non avere ancora la carta di identità elettronica. Eppure Orlando è ossessionato dai clandestini e dal sottoscritto. Evidentemente è distratto…”, dice il ministro dell’Interno Matteo Salvini. Il sindaco di Palermo gli risponde poco dopo: “Se il ministro Salvini stesse meno su Facebook e di più al ministero, saprebbe per quali motivi risalenti al 2001 e 2011, quando io non ero sindaco e lui non era ministro, il Comune di Palermo non ha ancora potuto attivare il rilascio della carta di identità elettronica. Ma da un ministro dell’Interno che pensa di potersi sostituire con provvedimenti sovversivi alle Forze armate o ai sindaci, non mi aspetto che sappia cosa sia la Anpr” (Anagrafe nazionale della popolazione residente). “Così come è avvenuto – aggiunge Orlando – sulla vicenda dei beni confiscati mai assegnati al Comune”. (ANSA)