Salute, lotteria per l’acquisto di un cardiografo pediatrico per l’ospedale di Sciacca

L’associazione «Orazio Capurro – Amore per la Vita» onlus ha distribuito oltre metà dei biglietti della lotteria organizzata per acquistare un ecocardiografo pediatrico portatile di ultima generazione da donare all’unità operativa di Pediatria e Neonatologia dell’ospedale di Sciacca. Il costo complessivo supera le 20 mila euro e il gruppo, guidato da Alessandro Capurro, conta di raggiungere il risultato durante la prossima stagione estiva. Si tratta di un macchinario diagnostico il cui costo è molto elevato e per questo motivo l’associazione ha organizzato una lotteria autorizzata in cui verrà estratto un tablet Apple iPad wifi + 4g omaggiato da una ditta di carburanti. Il costo del biglietto è di appena un euro. La lotteria è stata autorizzata dall’Agenzia dei monopoli e delle Dogane.

«L’ecocardiografo neonatale, del quale l’ospedale di Sciacca è attualmente sprovvisto – dice al Giornale di Sicilia Alessandro Capurro, presidente dell’associazione “Orazio Capurro Amore per la vita» (nella foto) – consentirà di effettuare la diagnosi delle cardiopatie congenite ed acquisite nel neonato e nel bambino per tutta l’età evolutiva evitando il trasferimento dei pazienti in ospedali distanti da Sciacca che, invece, sono dotati di quest’apparecchiatura”. L’associazione è dedicata al giovane brillante medico saccense e ricercatore universitario Orazio Capurro prematuramente scomparso il 29 febbraio 2008. Da allora la famiglia con mamma Tanina Ventimiglia ed i figli, Alessandro e Marina, promuove diverse iniziative. Fino a pochi anni fa anche il padre, Giuseppe Capurro, che è deceduto a seguito di una malattia. Tra le ultime iniziative varate il «Ticket Solidale»: trenta buoni spesa da 35 euro ciascuno consegnati ad altrettante famiglie di Sciacca che versano in condizioni di disagio economico. Dopo un anno intenso e pieno di attività che ha visto l’associazione donare un’incubatrice neonatale all’unità operativa di Pediatria e Neonatologia dell’ospedale di Sciacca, un defibrillatore alla Capitaneria di Porto e numerose altre iniziative benefiche di utilità sociale, adesso il nuovo obiettivo è l’ecocardiografo per la Pediatria del Giovanni Paolo II.