Rifiuti dell’Agrigentino, l’Arcivescovo e il Prefetto incontrano i sindaci e le forze sociali

Su invito dell’arcivescovo di Agrigento, cardinale Francesco Montenegro, ad iniziativa  dell’Ufficio di Pastorale Sociale e del lavoro, ospiti del Prefetto di Agrigento, Dario Caputo, si sono riuniti, ieri mattina,  (sabato 27 aprile) in  Prefettura i sindaci della Provincia e i rappresentanti delle forze sociali per confrontarsi sul tema dei rifiuti, così come concordato nel precedente incontro del 16 febbraio che si era tenuto in Vescovado.

Si legge su lamicodelpopolo.it: “Dopo gli indirizzi di saluto del Prefetto e dell’Arcivescovo di Agrigento, i lavori sono stati introdotti da Salvatore Pezzino che ha illustrati il Piano dei rifiuti recentemente varato dal Governo regionale. Numerosi i sindaci della provincia presenti che hanno animato il dibattito rappresentando le diverse problematiche che quotidianamente incontrano per offrire un servizio che possa garantire decenti standard di efficienza cercando nel contempo di non fare lievitare i costi di gestione che poi si riverberano sulle tasse che pagano i cittadini.

Da tutti i primi cittadini sono stati evidenziate comuni richieste da indirizzare al Parlamento e al Governo regionale. In primo luogo gli amministratori locali denunciano la carenza di impianti dove conferire i rifiuti e il fatto che spesso questo avvenga in siti molto distanti con lievitazione eccessiva dei costi di trasporto. Rispetto al Piano regionali dei rifiuti viene osservato che le dinamiche burocratiche e la mancanza di progetti esecutivi rischiano di vanificare le intenzioni dell’esecutivo regionale e di non potere utilizzare proficuamente le risorse finanziarie disponibili. Occorre, secondo i sindaci,  recuperare un percorso virtuoso e condiviso che consenta di velocizzare le procedure, di utilizzare tutti gli impianti disponibili e dare realmente priorità agli impianti pubblici.

Concludendo i lavori il direttore del Servizio di Pastorale Sociale e del Lavoro dell’Arcidiocesi, don Mario Sorce, si è compiaciuto per la grande sintonia che si è registrata sulle indicazioni pervenute dai rappresentanti delle amministrazioni locali e nel programmare il prossimo incontro per il 22 giugno si è impegnato ad invitare per quella data sia la deputazione regionale della provincia che l’Assessore regionale all’Energia e ai servizi di pubblica utilità, insieme ai sui dirigenti, per sottoporre alla loro attenzione le istanze della comunità agrigentina in un documento di sintesi preparato anche alla luce dei dati forniti dalle Srr della Provincia.

Don Mario Sorce, nel dare appuntamento al prossimo incontro, ha ringraziato i partecipanti per il taglio estremamente costruttivo dato all’incontro e ha ricordato il ruolo di servizio che la Chiesa svolge, secondo i principi della Dottrina Sociale, per contribuire  a migliorare le condizioni di vita del territorio’privilegiando la ricerca  del bene comune”.